Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

10-13 aprile 2011
Parco Nazionale dei Monti Sibillini - Norcia (PG)

Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti
UN APPENNINO PER 4 REGIONI - natura e ambiente -
a cura della Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano

Corso autorizzato dal Ministero Pubblica Istruzione ai sensi della direttiva ministeriale
n. 90 dell’1/12/2003 – con decreto n. 137 del 13/07/2010

I Docenti interessati potranno fruire dei permessi per la formazione di cui all’art. 64, comma 5, del vigente CCNL Scuola (Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione ad iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici...).
A fine corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione a cura della direzione.

Club Alpino Italiano

PROGETTO DI FORMAZIONE

UN APPENNINO PER 4 REGIONI
- natura e ambiente -

a cura della
Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano

in collaborazione con
Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile
Comitato Scientifico Centrale
Club Alpino Italiano Gruppi Regionali
Umbria – Marche – Lazio – Abruzzo


La Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano del Club Alpino Italiano, in collaborazione con la Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile e con il Comitato Scientifico Centrale, organizzano, previa autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione, un corso di aggiornamento per docenti dalla durata di quattro giorni, da domenica 10 aprile a mercoledì 13 aprile 2011, in località Norcia (PG), nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il corso, finalizzato alla conoscenza, alla ricerca e allo studio dell’Appennino Centrale, avrà le seguenti caratteristiche:

FINALITA':
A) Offrire ai docenti l’opportunità di acquisire conoscenze scientifiche, competenze metodologiche ed operative trasferibili all’interno della propria programmazione didattica. Queste conoscenze sono riconducibili a problematiche AMBIENTALI, STORICHE e SOCIO-ECONOMICHE (con particolare riferimento alle aree protette).

B) Favorire la nascita e la realizzazione di esperienze didattiche trasferibili nella pratica e tali da coinvolgere gli alunni quali protagonisti, per un accostamento all’ambiente in chiave storica ed euristica, con metodologia scientificamente corretta.

C) Permettere agli insegnanti di conseguire una maggiore autonomia operativa nella fruizione delle risorse dell’ambiente (montano in particolare), inteso come laboratorio didattico e educativo.

D) Favorire il necessario collegamento metodologico (pluridisciplinare ed interdisciplinare) tra docenti di diverse discipline e tra attività didattiche tradizionalmente inserite in aree differenti.

GLI OBIETTIVI:
a) Approfondire le strategie di approccio alle tematiche ambientali, storiche e religiose, sia di carattere generale che peculiari dell’area geografica considerata (Umbria - Marche - Lazio - Abruzzo).

b) Fornire gli strumenti per un approccio scientificamente corretto ad un’area protetta, destinata a Parco Nazionale, valorizzandone le caratteristiche socio-culturali aventi particolare valenza didattica.

c) Trasmettere esperienze di avvicinamento – da parte degli insegnanti-corsisti – alla conoscenza dell’ambiente montano appenninico, in un contesto completamente diverso da quello tradizionalmente offerto dall’industria turistica, che privilegia gli aspetti ricreativi e consumistici.

d) Far acquisire la consapevolezza della ricchezza di un patrimonio naturalistico dal quale non vanno disgiunte sedimentazioni storiche e valenze socio-culturali contenute in un’area geografica particolarmente significativa e dell’esigenza di attuare adeguate iniziative di tutela e valorizzazione.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO, LE INFORMAZIONI LOGISTICHE, IL BANDO ED IL MODULO DI ADESIONE A QUESTO LINK