Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Comunicato stampa

UN SENTIERO DAI TRABOCCHI ALLE CAPANNE DI PIETRA

Il progetto, promosso dal Club Alpino Italiano Abruzzo, prevede una rete sentieristica alla scoperta del territorio teatino

Una rete di sentieri che colleghi la costa teatina con il Parco della Majella. Il progetto, promosso dal Club Alpino Italiano Abruzzo, rappresenterà ben presto un’ulteriore opportunità per gli appassionati di escursionismo e in generale per tutti gli amanti della natura e dello sport e, allo stesso tempo, offrirà un modo nuovo e diverso di conoscere una delle zone più belle della nostra regione.

La legge regionale n°5 del 30 marzo 2007 ha infatti istituito il “Sistema di aree Protette della costa Teatina” all’interno della definizione del “Parco Nazionale della Costa Teatina”, collocato nei territori litorali ricompresi tra Francavilla al Mare e San Salvo. Il Club Alpino Italiano, il 24 febbraio 2007, con la sottoscrizione della Convenzione degli Appennini si è impegnato a realizzare una rete escursionistica interna al Progetto Appennino Parco d’Europa (APE) ed, in particolare,  il C.A.I. Abruzzo si è prefisso il compito di tracciare, unitamente alle Sezioni Cai territorialmente interessate, una rete escursionistica di collegamento tra il Parco Nazionale della Majella e il Parco Nazionale della Costa dei Trabocchi.

“Il crescente interesse per l’escursionismo e il conseguente movimento dei frequentatori di sentieri sul territorio - spiega il Presidente del C.a.i. Abruzzo Eugenio Di Marzio – rende necessaria la creazione di una rete organizzata di percorsi pedonali segnalati per la fruizione turistica. Il C.A.I, che in Abruzzo ha 23 sezioni con circa 6 mila iscritti, ha tra i propri compiti istituzionali anche il tracciamento delle reti escursionistiche, che trova nel presente-futuro il compimento di sentieri e rifugi dei sistemi dei parchi abruzzesi e dei percorsi collinari di Francavilla al Mare”.

In occasione della manifestazione “Percorsi Collinari”, in programma a Francavilla al Mare domenica 20 aprile, il C.a.i. Abruzzo e le Sezioni Cai della Provincia di Chieti (Atessa, Chieti, Fara San Martino, Guardiagrele, Lanciano, Ortona e Vasto), organizzano, con il patrocinio della Provincia di Chieti - Assessorato allo Sport e il Comune di Francavilla al Mare, un’escursione sull’ex tracciato ferroviario della Costa dei Trabocchi. Partendo con il treno (Sangritana) alle ore 9,30 dalla stazione di Francavilla al Mare, i partecipanti, suddivisi in tre gruppi, potranno percorrere il tratto compreso tra San Vito Chetino e Ortona oppure tra Casalbordino e Fossacesia o infine optare per il tragitto che da Vasto, attraverso la riserva naturale di Punta Aderci, arriva a Casalbordino. Lungo i diversi percorsi le sezioni locali del Cai organizzeranno dei punti di sosta per spuntini e merende. L’intera carovana di escursionisti tornerà, sempre con il treno, a Francavilla al Mare dove alle ore 17,00 in piazza Sirena si terra una grande festa con degustazione di prodotti tipici.

Francavilla è la prima città che attiva il progetto: sono in fase di individuazione, infatti, alcuni itinerari che, partendo dal mare, si dirigono attraverso le vallate del Foro e dell’Alento verso la Majella. Domenica 20 aprile sarà possibile percorrere il sentiero che partendo dal piazzale della stazione FS, toccherà il paese alto, il bosco di Pampaluccio, contrada Piane, via Caprini, Villa Turchi, l’area di Ricciardelle, per tornare al piazzale Sirena.

“I Percorsi Collinari – sottolinea il Sindaco Roberto Angelucci – si inseriscono in un programma più generale, che vede la nostra città quale porta ideale dei due parchi: a sud verso la Costa dei Trabocchi e a ovest verso la Majella. Pertanto non poteva non essere Francavilla la prima ad attivare questa complessa rete pedonale che, insieme all’ex tracciato ferroviario del litorale teatino, rappresenterà un valore aggiunto per i nostri territori. A Francavilla saranno attivi 4 itinerari: il primo collegherà, costeggiando Fosso San Lorenzo, il Foro, contrada San Giovanni e contrada Piattelli; il secondo partirà dal centro cittadino per poi raggiungere contrada Quercetti, Vallone e Santa Cecilia; il terzo congiungerà sempre il centro città con contrada Piane; il quarto, infine, porterà gli appassionati di escursionismo da viale Alcione a contrada Fontechiaro, passando da Carletto e contrada Cetti.”

Francavilla al Mare 3 aprile 2008

Club Alpino Italiano-Abruzzo - Il Presidente (Dott. Eugenio Di Mrazio)        

Comune di Francavilla al Mare - Il Sindaco (Dott. Roberto Angelucci)